IT
AREA RISERVATA
LE 4 C: Colour - Clarity - Cut - Carat


 

I diamanti da investimento devono avere le migliori caratteristiche di colore, purezza, taglio, peso e fluorescenza:

facendo riferimento alla scala di classificazione dei diamanti, quelli di investimento sono soltanto i diamanti di colore D a I, di purezza esclusivamente IF e VVSI1 e di taglio Excellent e Very Good.

Altra caratteristica fondamentale è l'assenza di fluorescenza.

Per quanto riguarda il peso, viene considerato un range che va dal mezzo carato al carato e mezzo, secondo quanto riportato nelle quotazioni pubblicate.

Quindi, Diamond Private Investment S.p.A. offre la massima qualità nei suoi diamanti, costituendo essi l'esigua minoranza della produzione mondiale (approssimativamente lo 0,4%).

 

 

Colour, il Colore: l’analisi del colore utilizza apparecchiature che sono in grado di scomporre l’iride fino a 12.000 tonalità e di distinguere, misurare e definire i rapporti di prevalenza tra i 7 colori che la compongono.

All’interno di tali tonalità viene individuata una scala di classificazione che identifica il colore da bianco o incolore a giallo. Le gradazioni che individuano la colorazione di un diamante, sono indicate con le lettere dalla D alla Z.

 

Clarity, la Purezza: per convenzione un diamante viene definito puro quando non si riscontrano al suo interno impurità fino a 10 ingrandimenti di gemolite, nome con cui viene indicato il sofisticato microscopio utilizzato per le certificazioni internazionali riconosciute.

Un diamante che corrisponde a queste caratteristiche viene classificato con la sigla IF (Internally Flawless).

 

Cut, il Taglio: le figure geometriche, le angolazioni, le dimensioni del taglio determinano la modalità di rifrazione della luce da parte del diamante e di conseguenza la sua bellezza, brillantezza e ovviamente il suo valore.

L’analisi del taglio si avvale ancora una volta di apparecchiature sofisticate che ne verificano sagomature, sfaccettature e che sono in grado di individuarne gli eventuali difetti.

 

Carat, il Peso: il carato è l’unità di misura con cui si esprime il peso del diamante e corrisponde a 0,20 grammi. Anche in questo caso le dimensioni del diamante da investimento devono tener conto della sua “rivendibilità” in contesti di mercato.

Occorre considerare, infatti, che l’aumento di peso del diamante è accompagnato da un aumento esponenziale, e non lineare di prezzo.

 

A questi parametri se ne può aggiungere un quinto, spesso trascurato e fonte di incomprensioni:

la Fluorescenza; l’indice della fluorescenza è inversamente proporzionale al valore del diamante, quindi più il diamante sarà fluorescente, meno esso sarà prezioso. 

CONDIVIDI
 
  • ANDAMENTO DIAMANTI DPI
  • LISTINO DIAMANTI
  • DOVE TROVARCI
  • RASSEGNA STAMPA
  • MEDIA SECTION
  • RICHIESTA INFO
 
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.